Nodi


Di seguito riportiamo alcune immagine prese dalla rete che illustrano alcuni dei più usati nodi di congiunzione e non, usati nello spinning leggero e pesante. Voglio inoltre ricordare che i migliori nodi e le loro derivazioni ci vengono dati già nei primi anni dell' 800 e provengono tutti da pescatori di mare, detto questo buono studio a tutti.





Il nodo Allbright serve per collegare due diversi tipi di filo anche di spessore diverso come: monofili, trecciati, fluorocarbon, dynema etc...Viene utilizzato in molti tipi di pesca sia di acque dolci che salate, la sua resistenza, resta invariata al tipo di diametro o al tipo di preda che vogliamo pescare, l'importante è che siano correlate fra di loro; la cosiddetta tenuta al nodo si aggira intorno all' 95%.


Il nodo Allbright special è una variante meno complicata nella realizzazione dell' allbright ma stranamente molto più sicuro e resistente, anche questo serve per collegare due diversi tipi di filo anche di spessore diverso come: monofili, trecciati, fluorocarbon, dynema etc...Viene utilizzato in molti tipi di pesca sia di acque dolci che salate, la sua resistenza, resta invariata al tipo di diametro o al tipo di preda che vogliamo pescare, l'importante è che siano correlate fra di loro; la cosiddetta tenuta al nodo si aggira intorno al 99%.





Il nodo di sangue è molto conosciuto per chi pratica il carpfishing anche questo è un nodo con elevato carico di rottura, lo consiglio personalmente per chi pratica lo spinning, essendo un nodo molto pulito ci consente di lanciare la nostra esca senza problemi di incaglio negli anelli della canna. Anche questo serve per collegare due diversi tipi di filo anche di spessore diverso come: monofili, trecciati, fluorocarbon, dynema etc...Viene utilizzato in molti tipi di pesca sia di acque dolci che salate, la sua resistenza, resta invariata al tipo di diametro o al tipo di preda che vogliamo pescare, l'importante è che siano correlate fra di loro; la cosiddetta tenuta al nodo si aggira intorno al 98%.



Il nodo Palomar è uno dei più usati nello spinning, come si può vedere dalla figura, la sua realizzazione è molto semplice, un consiglio che posso darvi è quello di fare una doppia asola per renderlo praticamente e virtualmente saldato al nostro amo con occhiello. La cosiddetta tenuta al nodo si aggira intorno al 99%.


Questo tipo di nodo è in realta una perfetta asola, che può essere utilizzata sia per il collegamento agli ami con occhiello sia alle girelle.  La cosiddetta tenuta al nodo si aggira intorno all' 80%.





Questo particolare nodo, non di facile realizzazione è stato creato soprattutto per la tecnica dello " drop-shot". Nella terza parte finale della realizzazione come si può vedere in figura, si viene a creare una specie di asola ad occhiello, dove andrà inserito già dall'inizio della realizzazione di questi un amo con occhiello oppure un classico piombo da drop. La sua resistenza al nodo è virtualmente pari al 100%, ovvero carico di rottura del filo che si utilizza.




Questo nodo è in realtà una piccola variante al conosciutissimo nodo " Rapala ", di semplice realizzazione, pulito e abbastanza resistente al tipo di filo usato ( non tutti i monofili in commercio hanno una buona tenuta a questo tipo di nodo, quindi prestate attenzione a quello che acquistate ). La resistenza al nodo è virtualmente variabile. 



Il nodo Uni viene principalmente usato per collegara girelle o moschettoni, c'è chi lo usa anche per collegarvi ami con occhiello, la sua realizzazione è semplice e pulita, viene utilizzato soprattutto in Inghilterra e in Africa, si potrebbe definire una variante più concreta del nodo Rapala. La cosiddetta tenuta al nodo si aggira intorno all' 91%.




Il nodo doppio Uni è uno dei nodi per eccellenza per la giunzione di due fili di diverso diametro e materiale, ottimo anche per i terminali di acciaio; molto utilizzato per la pesca in mare e in acqua dolce per i grossi predatori. La realizzazione ha una difficoltà media e la sua tenuta al nodo si aggira intorno all' 99%.



In conclusione questi sono solo alcuni dei più usati nodi per la tecnica dello spinning ma, in realtà fra varianti e tecniche di pesca ci sono attualmente più di 1000 nodi utilizzati nel mondo. Un consiglio importante che voglio dare per chi ancora non lo conoscesse è quello di bagnare con un pò di saliva i nostri nodi nella parte finale di serraggio per non causare problemi di surriscaldamento, scongiurando così inevitabili rotture.

1 commento:

pietroinvernizzi ha detto...

Bellissimo post. Su un tema molto comune a tanti forum e blog, questo è un ottimo riassunto!

Posta un commento

Commenta...